Vedere la Scienza

Sessione autunnale dedicata alle scuole

Milano   18/11/2004 - 26/11/2004

Centro Culturale Francese - Palazzo delle Stelline - C.so Magenta 63

Vagabondi dello spazio



  1. Titolo originale: Les vagabondes du ciel
  2. Autore: VĂ©ronique Ataly, Jean-Pierre Luminet
  3. Regia: Mathias Ledoux
  4. Fotografia: Jean Philippe Migevant, Stephane Leparc
  5. Animazione: Jean-Pierre Baiesi
  6. Suono: Stephane Morelli
  7. Produzione: Agat Film & Cie, La sept ARTE
  8. Nazionalità: Francia
  9. Durata: 56 min.
  10. Anno: 1999

Durante i secoli, le comete sono state spesso associate dagli uomini che scrutavano i cieli a misteri e presagi nefasti. In I vagabondi del cielo Veronique Ataly e l’astrofisico Jean-Pierre Luminet raccontano di come le comete abbiano a poco a poco svelato i loro segreti, fino alla profonda conoscenza di cui ne abbiamo oggi. I vagabondi del cielo ripercorre più di venti secoli di storia, di cui gli autori ci narrano curiosi aneddoti con spiegazioni chiare e concise. Possiamo così apprendere che nel IV secolo a.C., mentre in Occidente si guardava con apprensione a questi oggetti celesti, in molti documenti cinesi si rende omaggio alle comete. Nella Roma antica, pare che Nerone si fosse addirittura suicidato alla notizia del passaggio di una cometa su Gerusalemme nel 66. Le cose iniziano lentamente a cambiare nel Rinascimento, grazie alle osservazioni sistematiche di Brahe, Keplero, Galileo. Nel 1687, cinque anni dopo che Halley aveva osservato un’enorme cometa, Newton dimostrerà che la comparsa periodica delle comete è dovuta alle forze attrattive del sole e dei pianeti. E’ solo l’inizio di una comprensione più profonda di questi erranti bolidi spaziali, che ancora nel XX secolo sono oggetto di uno studio sistematico.

Altre proiezioni:

VEDERE LA SCIENZA 2003
Vedere la Scienza
italiano