Vedere la Scienza

Bologna   27/5/2004 - 5/6/2004

Cinema Lumière - Via Azzo Gardino 65 - Bologna
Sala Cervi - Via Riva di Reno 72 - Bologna

Indiana Jones e il tempio maledetto



  1. Titolo originale: Indiana Jones and the temple of doom
  2. Autore: George Lucas, Willard Huyck, Gloria Katz
  3. Regia: Steven Spielberg
  4. Fotografia: Douglas Slocombe
  5. Interpreti:
    Harrison Ford,
    Kate Capshaw,
    Roy Chiao
  6. Nazionalità: USA
  7. Durata: 112 min.
  8. Anno: 1934

Nel 1935 l’archeologo e avventuriero Indiana Jones recupera per un potente di Shangai un prezioso cimelio. Ma le cose non vanno per il meglio e Indiana è costretto a fuggire su di un piccolo aereo insieme ad una cantante di cabaret e a un ragazzino cinese che fa loro da guida. Abbandonato dai piloti, l’aereo precipita sulle montagne tibetane ai confini con l’India. Da qui ha il via un’avventura ricca di colpi di scena, un’ininterrotta serie di pericoli mortali e inseguimenti che porteranno Indiana a lottare anche contro una setta cultrice della dea Kalì. È come se Spielberg, ispirandosi ai vecchi serial d’avventure degli anni ‘30, avesse compresso cinquanta diverse puntate in un film solo. Harrison Ford trova il ruolo della sua vita e Spielberg replica il successo de I predatori dell’Arca perduta aprendo la strada a un altro seguito, sempre girato da Spielberg, e a una serie Tv sul giovane Indiana. Ebbene, se il film lascia assolutamente a desiderare sotto il profilo della verosimiglianza della figura dell’archeologo e dei metodi scientifici che egli utilizza, è anche vero che un aspetto dell’eroe ne fa, sotto il profilo simbolico, un perfetto emblema dello studioso del passato remoto. Sebbene fra le sue peripezie egli sia costretto ad utilizzare le armi più disparate, quella con cui si trova più a suo agio è una frusta. Scelta bizzarra, per nulla funzionale, a meno che lui non la usi per afferrare il tempo e scavalcare le epoche, mettendo in comunicazione passato e presente come per la magia di uno schiocco, il suono delle idee, l’avventura (anche fisica) della conoscenza.

italiano