Vedere la Scienza

Milano   15/3/2004 - 21/3/2004

Spazio Oberdan - viale Vittorio Veneto 2 - Milano

Le campane suonano per il pianeta



  1. Titolo originale: Khatray ki ghanti
  2. Autore: Qudsia Jabeen, Noreen Ghafoor, Jamil Aslam, Pervez Hoodboy, Amra Munawar et al.
  3. Regia: Shahid Masud
  4. Consulenza scientifica: Khurshid Hasanain, Sarmad Abbasi A. H. Nayyer
  5. Montaggio: Naeem Anwar
  6. Musica: Khalid Islam
  7. Produttore: Shahid Masud
  8. Produzione: PTV
  9. Nazionalità: Pakistan
  10. Durata: 24 min.
  11. Anno: 2002

Le cose sembrano essersi messe maluccio per il pianeta Terra e il regista ne fa la diagnosi come ad un paziente non certo sulla via della guarigione. In principio c’era un’atmosfera primordiale, incompatibile con la vita umana, poi il biossido di carbonio diminuì, l’ossigeno aumentò e gli esseri viventi poterono finalmente iniziare a popolare il nostro pianeta. Infine venne l’uomo moderno che iniziò a riversare giornalmente in atmosfera migliaia di tonnellate di gas da combustione, modificando la qualità dell’aria e incrementando l’effetto serra. Finiremo tutti asfissiati? Venezia e le altre città costiere scompariranno a causa dell’innalzamento degli oceani? La temperatura globale si innalzerà di 3 gradi in 50 anni? O forse ci salveranno piccoli batteri affamati di biossido di carbonio? Le ansie sono lecite. Il documentario illustra quindi alcuni fenomeni metereologici come i cicloni, le conseguenze in Pakistan dell’inquinamento atmosferico, il famoso buco nell’ozono e pone il problema della responsabilità “senza frontiere”.


Menzione speciale al festival Image et Science 2003

italiano