VEDERE LA SCIENZA 2001

Milano   27/3/2001 - 1/4/2001

Milano - Spazio Oberdan - Via Vittorio Veneto 2

foto

La dea ferita: Vandana Shiva



  1. Autore: Werner Weick, Marilia Albanese
  2. Regia: Werner Weick
  3. Montaggio: Gabi Weick
  4. Fotografia: Romana Cavazzoni
  5. Produzione: TSI - Televisione Svizzera Italiana
  6. Nazionalità: Svizzera
  7. Durata: 56 min.
  8. Anno: 1999

La Dea ferita è Durga, divinità indiana che rappresenta la natura, "potenza femminile capace di distruggere e rigenerare l'universo", ma èanche la rappresentazione delle donne indiane. Sono loro, secondo le tradizioni culturali e sociali dell'India, le responsabili della terra e dei suoi frutti, ai quali sono indissolubilmente legate. La voce delle donne del'ÕIndia in questo documentario èquella della loro leader, Vandana Shiva, intervistata da Werner Weick e da Marilia Albanese. Vandana Shiva racconta il suo impegno quotidiano, politico ed esistenziale, contro "la violenza della seconda rivoluzione verde", il neo colonialismo delle multinazionali "nemiche della natura" e la biopirateria, contrapponendo a tutto questo da una parte il ruolo delle donne e il loro rapporto intimo con la natura e dall'altra la mobilitazione dei contadini nel progetto di conservazione e di salvaguardia della biodiversità agricola e dei semi naturali dell'India, chiamato "Navdanya Conservation Farm" (Navdanya significa Nove Semi).

Premio speciale del pubblico al X festival Prix Leonardo, Parma, 2000

Altre proiezioni:

VEDERE LA SCIENZA 2002
Vedere la Scienza
italiano