Vedere la Scienza Festival

Festival Internazionale del Video, del Film e del Documentario Scientifico - XV edizione

Milano   2/5/2011 - 8/5/2011

Spazio Oberdan, Viale Vittorio Veneto 2 - MILANO
Mediateca Santa Teresa, Via Moscova 28 - MILANO

foto

Irène e Fred



  1. Titolo originale: Irène et Fred
  2. Regia: Roger Kahane
  3. Direzione artistica: Roger Kahane, Isabelle Stengers, Didier Gille
  4. Musica: Didier Vasseur
  5. Interpreti:
    Danièle Lebrun,
    Bertrand Bonvoisin,
    Maria Meriko,
    Marcel Cuvelier
  6. Produzione: TF1
  7. Nazionalità: Francia
  8. Durata: 93 min.
  9. Anno: 1984

La vita di Frédéric Joliot e Irène Curie è narrata nel periodo compreso tra il loro incontro nel 1925 e l’anno in cui riceveranno il premio Nobel per la Chimica (1935) per la sintesi di nuovi elementi radioattivi. Alla fine del servizio militare Frédéric Joliot viene assunto come preparatore presso il laboratorio di Irène Curie, la figlia di Paul e Marie Curie. Da sempre il giovane Joliot aveva una grande ammirazione per Madame Curie: non era uno scienziato né si era costruito un grande bagaglio culturale (non aveva conseguito nemmeno la maturità) ma aveva sviluppato una grande passione per la scienza da quando aveva frequentato la Scuola di Fisica Chimica dove era suo maestro Paul Langevin.
Conoscerà con Irène una doppia avventura: l’amore appassionato e l’avventura scientifica.
Il film descrive passo dopo passo il loro percorso professionale e familiare, con delicate alternanze tra scene di laboratorio e scene di vita familiare e riferimenti alla situazione storicopolitica del momento. Numerosi elementi ricorrenti, quali un ritaglio di giornale con la foto della famiglia Curie gelosamente conservato da Fred, fanno da filo conduttore allo svolgimento degli eventi presentati in una gradevole cornice, in cui il laboratorio, gli strumenti, gli esperimenti giocano un ruolo importante. Sebbene ad essi sia riservato largo spazio, i protagonisti non sono però gli strumenti o le ricerche, ma i personaggi ed i loro dialoghi, sottolineati da un’opportuna scelta di inquadrature, luci e primi piani. Tra essi anche Madame Curie che di fronte ai risultati raggiunti da Irène et Fred dirà “Grazie per avermi concesso quest’ultima
gioia”. Madame Curie morì poco prima del conferimento del Nobel alla figlia e al genero.

Altre proiezioni:

Vedere la Scienza Festival
Vedere la Scienza
italiano