Vedere la Scienza Festival

Festival Internazionale del Video, del Film e del Documentario Scientifico - XV edizione

Milano   2/5/2011 - 8/5/2011

Spazio Oberdan, Viale Vittorio Veneto 2 - MILANO
Mediateca Santa Teresa, Via Moscova 28 - MILANO

foto

Breve storia della sterilità in Italia



  1. Autore: Studio Bozzetto & Co.
  2. Consulenza scientifica: Filippo Maria Ubaldi (g.e.n.e.r.a.), Luca Gianaroli (Sismer)
  3. Montaggio: Pietro Pinetti
  4. Fotografia: Marco Ghion, Fabio Donadoni
  5. Musica: Roberto Frattini
  6. Suono: Marco Frattini
  7. Produzione: Studio Bozzetto & Co.
  8. Nazionalità: Italia
  9. Durata: 5 min.
  10. Anno: 2010

Sin dall’antichità la cosa più importante per l’uomo è stata assicurarsi una progenie. Ma fin dall’antichità l’uomo ha dovuto prendere atto che avere figli non è garantito.
Breve storia della sterilità in Italia è un cartone animato che ripercorre velocemente le tappe storiche che hanno portato l'uomo a cercare di risolvere il problema della sterilità.
Partendo dai cavernicoli fino alle ultime ricerche scientifiche il filmato mostra con gag ed esagerazioni alcune credenze, nonché i successi e i fallimenti degli scienziati.
Nella parodia di fantomatici rimedi (fallimentari) vediamo, ad esempio, un lui e una lei della Roma Antica prendersi a frustate e farsi doni inequivocabili durante la festività dei Lupercalia. O ancora vediamo un pover’uomo tentare una lunga camminata in ginocchio prima dell’incontro con la moglie.
Tra molte difficoltà è L. Spallanzani, nel 1777, ad eseguire la prima inseminazione artificiale sulle rane. Nel 1965 R. Edward mette a punto una tecnica di fecondazione dell’ovulo umano per la quale ha meritato il Premio Nobel per la Medicina nel 2010. La prima bambina da fecondazione in vitro nasce nel 1978, per merito ancora di R. Edwards insieme a P. Steptoe. Nel 1983 A. Trounson ha successo nel congelamento embrionale; nel 1989, A. Handyside nella prima biopsia embrionale ed è del 1992 la tecnica ICSI di G. Palermo, A. Van Steirteghem e P. Devroey.
Molti bambini nel mondo sono nati grazie a queste ricerche. Ma la ricerca continua.
 

italiano