Vedere la Scienza Festival

Festival Internazionale del Video, del Film e del Documentario Scientifico

Milano   22/3/2010 - 28/3/2010

Spazio Oberdan, Viale Vittorio Veneto 2 - 20121 Milano

foto

CARBONE: NEMICO PUBLICO N. 1



  1. Autore: Nicolas Koutsikas, St├ęphane Poulle
  2. Regia: Nicolas Koutsikas, St├ęphane Poulle
  3. Consulenza scientifica: Serge Plantob
  4. Montaggio: Gilles Neyret
  5. Fotografia: Nicolas Vrignon
  6. Musica: Serge Houppin
  7. Suono: Sound Lab, Jean Paul Pellegrinelli
  8. Produzione: Georama TV/Blue Wing TV:2d3d Animation /ERT 2009
  9. Nazionalità: Francia
  10. Durata: 54 min.
  11. Anno: 2009

Il riscaldamento globale del pianeta è ormai divenuto una spaventosa realtà. Il 2008, ad esempio, si è classificato tra gli anni più caldi dell’ultimo secolo e mezzo. L’ONU stima che, entro la fine del secolo, 150 milioni di persone potrebbero essere costrette a lasciare la propria terra a causa dell’innalzamento del livello del mare.
L’intera comunità scientifica sta cercando di limitarne le conseguenze più drammatiche. Il CO2 è diventato il nemico pubblico n. 1; se il riscaldamento globale dovesse continuare al ritmo attuale, il diossido di carbonio finirebbe con il rendere il nostro pianeta sempre più inospitale. L’umanità sarà in grado di limitare le sue emissioni di gas a effetto serra e, se sì, a quali costi? La comunità internazionale può evitare il peggio? E se invece il riscaldamento globale fosse un’opportunità per il futuro del nostro pianeta?
Per rispondere a queste domande scienziati di importanti istituzioni quali Météo France, Ademe, l’Agenzia Francese per l’Ambiente, il CNRS e la NASA hanno collaborato alla realizzazione del documentario che, per la prima volta, raccoglie alcuni dei massimi protagonisti del futuro della Terra: il dr. Pachauri, Nobel per la Pace, Todd Stern, negoziatore americano sul clima, Potochnik e Dimas, commissari europei, Greenpeace, ecc.
Il documentario aiuta a comprendere gli ostacoli attuali, le possibili soluzioni e stimola il dibattito sul futuro del nostro pianeta, perché l’azione di ciascun individuo può essere importante.
 

italiano