VEDERE LA SCIENZA 2006

Milano   3/3/2006 - 9/3/2006

Spazio Oberdan - viale Vittorio Veneto 2 - Milano

foto

Frankeinstein



  1. Regia: James Whale
  2. Fotografia: Arthur Edeson
  3. Interpreti:
    Colin Clive,
    Mae Clarke,
    John Boles,
    Boris Karloff
  4. Produzione: Universal
  5. Nazionalità: USA
  6. Durata: 70 min.
  7. Anno: 1931

Il giovane scienziato Henry Frankenstein ha scoperto un fluido magnetico grazie al quale, innestando un nuovo cervello in un uomo morto, lo si richiama in vita. Per uno sbaglio del suo assistente però, il cervello che Frankenstein innesta nel suo primo esperimento è quello di un pazzo criminale. Ne viene fuori un essere belluino pericolosissimo, che dopo essersi risvegliato uccide l’assistente e un amico del dottore e fugge alla ricerca di colui che gli diede, per così dire, l'esistenza. Questi si è ritirato nel villaggio nativo per sposare la propria fidanzata. E nel villaggio, segnalata la presenza del mostro, si organizza una caccia spietata. Lo scienziato si salva in extremis mentre sta per essere ucciso dalla propria creatura e il mostro fa una orrenda morte tra le fiamme.
Il primo e più famoso degli adattamenti cinematografici del romanzo di Mary Shelley, che diede l’avvio a una lunghissima serie di remake che prosegue da oltre mezzo secolo (cosa che si verificò anche per l’altro film di Whale presentato nella rassegna, L’uomo invisibile). Un capolavoro del cinema horror, girato con uno stile spoglio e fluido, che lascia spazio alla scenografia e all’atmosfera gotica. Il film affronta molti temi tutt’ora assai pregnanti per le coscienze: le possibilità e i limiti di una scienza che vorrebbe sfidare la morte, le responsabilità di chi viola le presunte leggi della natura e la volontà di potenza dell’uomo, che vorrebbe rendersi simile a Dio creando la vita. D’altra parte però, il mostro creato da Frankenstein può anche essere letto come una rappresentazione simbolica e metafisica dell’uomo, tormentato e diviso tra la riconoscenza e l’odio per un creatore che l’ha fatto così imperfetto.

italiano